Mal di denti: tutto quello che c'è da sapere

Odontoiatria

Hai mai sofferto di mal di denti durante la notte o in vacanza senza sapere a chi rivolgerti per aiuto? Scoprine le possibili cause e i rimedi naturali quando non ci si può recare dal dentista

Mal di denti: chi non ne ha mai sofferto?

Il mal di denti è uno dei disturbi più comuni del nostro organismo. Il dolore manifestato può essere più o meno continuo o pulsante, e generalmente persistente. Tende ad accentuarsi in risposta a stimoli termici (caldo/freddo), chimici (dolci) o meccanici (masticazione) e ad irradiarsi progressivamente ai tessuti gengivali confinanti e ai denti contigui, fino a raggiunngere anche l'osso di sostegno.

Mal di denti: possibili cause

E' un dolore penoso e insopportabile che può essere causato da: carie, gengivite, parodontite, pulpite e aumentata sensibilità dentale. Molto spesso è acutissimo e lancinante provocato da una pulpite, cioè un'infiammazione della polpa struttura interna al dente formata da vasi sanguigni e nervi, provocata di solito da un processo carioso profondo.

Se si riesce a controllare questo dolore con i farmaci antidolorifici, talvolta il mal di denti è così acuto e pulsante che con i farmaci si riesce a ridurre il dolore almeno temporaneamente. Ricorrere però ripetutamente a tali farmaci analgesici anche per evitare la visita dal dentista farà solo ingigantire il danno dentale oltre a provocarne uno nuovo legatp all'assunzione eccessiva del medicinale.

Il dolore dentale, tuttavia, può essere indicativo di affezioni che non hanno nulla a che vedere con i denti, come un'otite (infiammazione dell'orecchio), una sinusite oppure un problema cardiaco come un infarto o un'angina pectoris. Sono tutte patologie che possono esordire proprio con fortissimo e inspiegabile mal di denti. Se il dolore è transitorio e senza causa apparente, può essere legato a uno stato di stress. In tali condizioni il soggetto stressato serra involontariamente i senti, senza rendersene conto, situazione nota come bruxismo.

Mal di denti: cosa fare in presenza del dolore?

Premesso, quindi, che ogni mal di denti presuppone la necessità di un'adeguata visita dentistica, vediamo cosa fare nel frattempo oltre all'assunzione di antidolorifici:

- Lavare sempre i denti dopo i pasti principali con acqua tiepida per evitare che lo stimolo termico esacerbi il dolore. Per lo stesso motivo evitare l'uso di dentifrici sbiancanti o abrasivi e non assumete cibi troppo caldi o troppo freddi.

- Per alleviare il dolore persistente potete applicare sulla guancia un pò di ghiaccio avvolto in un panno morbido.

- Applicate sulla zona (gengiva e dente) una soluzione o un anestetico, in genere a base di lidocaina e acquistabile in farmacia. Questo rimedio è anche indicato nei neonati che divengono agitati e nervosi quando stanno per spuntare i primi dentini da latte. 

Mal di denti: cosa NON fare

- Evitare di consultare il dentista, alleviando il dolore con ripetute assunzioni di farmaci antidolorifici. Questo comportamento non fa altro che ingigantire il danno.

- Mettersi a letto. Diversamente da quanto si crede la posizione orizzontale del corpo può accentuare il dolore (specie se pulsante). 

- Fumare e bere alcolici sono abitudini dannose e ostacolano la guarigione di denti e gengive.

- Tenere al caldo la parte dolorante. La temperatura elevata può accentuare il mal di denti.

- Assumere cibi troppo caldi o troppo duri oppure bevande zuccherate e caramelle.

- Sottoporsi a sforzi prolungati.

- Assumere antibiotici senza prescrizione medica.

Mal di denti: cure e rimedi naturali

Nella medicina popolare sono presenti numerosi rimedi erboristici utili contro il mal di denti, e non potrebbe essere altrimenti, visto che fino a non molto tempo addietro l'odontoiatra non offriva grandi possibilità di cura oltre la semplice estrazione del dente malato. Vediamo alcuni di questi rimedi naturali:

- Chiodi di garofano. Sono uno dei rimedi naturali più utilizzati per calmare il dolore dei denti per il loro contenuto di eugenolo. Hanno azione antidolorifica e disinfettante. Si può preparare un infuso da utilizzare come colluttorio oppure applicarne uno sul dente che fa male e, se possibile, masticarlo a lungo.

- Aglio. E' il "rimedio della nonna" probabilmente più popolare poichè è un antinfiammatorio e un antibiotico naturale oltre ad avere un effetto anestetizzante. Nell'attesa di potersi recare dal dentista basta tritarne uno spicchio e farne uscire il succo e applicarlo direttamente sul dente e sulla gengiva dolenti.

- Alcol. L'alcol alimentare contenuto nelle bevande soprattutto superalcoliche (whisky, grappa, rum ecc..) è l'ideale per alleviare il dolore. Assunto in piccola quantità nel cavo orale è un antisettico e antibatterico. E' sufficiente uno sciacquo di un paio di minuti con una bevanda superalcolica per avere immediato sollievo.

- Acqua e sale. Il sale è antisettico e lenisce il dolore soprattutto in caso di ascesso dentale. Basta diluire un cucchiaio in mezzo bicchiere d'acqua e fare degli sciacqui.

- Malva. Un altro rimedio naturale in caso di mal di denti sono i fiori e le foglie di malva. Posti nella zona dolente o facendo degli sciaqui con infuso di malva, calmano il dolore in caso di ascesso.

- Cipolla. E' considerata una vera e propria medicina naturale insieme all'aglio. Nel caso di mal di denti o d'infiammazione gengivali bisogna masticarla cruda per alleviare il dolore.

- Tè scuro. Ha spiccate proprietà analgesiche e antinfiammatorie in virtù della presenza di acido tannico, capace di calmare il dolore. Dopo aver immerso la bustina in acqua calda sarà sufficiente applicarla sul dente dolorante.

- Prezzemolo. Ha notevoli doti antinfiammatorie e riesce a lenire il dolore dentale. E' sufficiente masticare un pò di prezzemolo, ripetere il trattamento più volte al giorno, per avere un risultato incredibile. E' anche un ottimo rimedio contro l'alito cattivo.

Spero che questi consigli ti saranno d'aiuto a combattere il tuo mal di denti, soprattutto quando questo compare nel momento sbagliato, ad esempio in vacanza o di domenica o un altro giorno festivo, ma vi ricordo che sono solo rimedi per controllare il dolore e che la prima cosa da fare è consultare un dentista per capire la gravità del problema e le cure necessarie.

 

Contatta Ora l'Autore

Contatta